• Instagram - Círculo Blanco
  • Blanco Icono Vimeo
  • Facebook - círculo blanco
  • Instagram - Círculo Blanco
  • Blanco Icono Vimeo
  • Facebook - círculo blanco
 
 
 

.

Buenos Aires, 19 aprile 1977. All'uscita della scuola dove studia, Marco Bechis viene sequestrato da un gruppo di militari borghese. Ha vent'anni. Il racconto della sua tragica avventura esistenziale che inizia qui, ma ha radici lontane. Con una scrittura veloce e inesorabile, Bechis ci trascina nei giorni e nelle notti della su infanzia e della sua adolescenza vissute tra l'Italia e l'Argentina della dittatura militare, fin quando lui, ragazzo di good cosmopolitan famiglia, si avvicina di movimento di movimento dei Montoneros e finisce in una prigione clandestina. I genitori, dopo vari tentativi disperati, ottengono la sua scarcerazione e così ritorna in Italia da uomo libero. Ma per molti altri compagni la sorte non è la stessa. Durante tutta la sua vita da sopravvissuto, Bechis ha visto un usurpatore, un traditore. Finché, scrivendo queto book, capisce di essere una vittima. Diventato regista, aveva provato chiuderei conti in un film come Garage Olimpo. Ma solo qui, in quete pagine, la su historia si compiuta, con questo racconto personale che insieme una voce unica, che ha dato un paese e ha dato un'intergenerazione. Cineasta visionario, Bechis se ne è testimone e testimonia, e alla fine ci porta nella sala del tribunale di Buenos Aires dove ha affrontado e suoi carcerieri alla sbarra. Vivrò, testimonierò con arte, testimonierò davanti alla Giustizia o scomparire nell'ombra?

.

Bechis_La%20solitudine%20del%20sovversiv

LA SOLITUDINE DEL SOVERSIVO

MARCO BECHIS

In libreria dal 25 marzo 2021

Logo_Guanda trasparente.png
 

FILMOGRAFIA  

MARCO BECHIS

 

BIOGRAFIA /   MARCO BECHIS

Regista, sceneggiatore e produttore, i film di Marco Bechis hanno una reputazione internazionale. È nato a Santiago del Cile, da una madre di origine franco-svizzera e da un padre italiano. I suoi primi anni furono trascorsi a San Paolo e Buenos Aires, e il 19 aprile 1977, a vent'anni, fu arrestato e detenuto in una prigione segreta nota come "Club Atletico". Deportato dall'Argentina per motivi politici, è finito a Milano nello stesso anno. Ha trascorso lunghi periodi a New York, Los Angeles e Parigi.

 

Ha avuto una carriera variegata prima di dedicarsi al cinema: è stato insegnante di scuola elementare a Buenos Aires dal 1975 al 1977, e polaroid e video artista a New York dal 1978 al 1980. Nel 1981 ha frequentato la scuola di cinema Albedo a Milano. Nel 1982, a Milano, ho realizzato Disappeared, dove sono? ("Where are the Disappeared?"), Videoinstallazione su un campo di concentramento in Argentina, da cui, diversi anni dopo, ha tratto il materiale per il suo film Garage Olimpo. E poi è entrato nel mondo del cinema. I suoi film hanno vinto 25 premi internazionali.

Ogni attività artistica è anche un atto politico. Un artista è qualcuno che vuole scuotere le nostre coscienze, un artista non è qualcuno che dipinge un quadro solo per venderlo in una galleria e vivere in un appartamento elegante. Credo che sia necessario ridefinire cosa si intende per cinema politico, perché oggigiorno il cinema politico è cinema commerciale che parla di questioni politiche [...]

 

Come possiamo ridefinire artisticamente il cinema politico attraverso il suo linguaggio visivo? Questo è il problema, cioè come deve essere usato il linguaggio visivo di un film in modo politico, ed è quello che cerco di fare. Non basta raccontare una storia con un background politico. Marco Bechis.

 

Marco Bechis
Marco Bechis al set del film Birdwatchers.

Premi

BIRDWATCHERS - LA TERRA DEGLI UOMINI ROSSI

2010, One World Media - Drama Award (UK): Birdwatchers - La terra degli uomini rossi

2009, Motovun Film Festival - Premio Amnesty International: Birdwatchers

2009, Golden Globes, Italia - Film da non dimenticare: Birdwatchers

2008, Amazonas Film Festival (Juri President Alan Parker) - Premio speciale Juri: Birdwatchers

2008, Premio CICT UNESCO - Enrico Fulchignoni: Birdwatchers

 

 FIGLI/HIJOS

2002, Festival del cinema di Parigi - Premio della stampa: Children / Figli

2002, David di Donatello - Premio Migliore Attrice non protagonista a Stefania Sandrelli: Children / Figli

2001, Mostra del Cinema di Venezia - Premio CinemAvvenire, categoria: Premio Cinema For Peace: Bambini / Figli

2001, Festival Internazionale del Cinema Giovane di Castellinaria - Premio ASPI, categoria: 16-20 anni: Bambini / Figli

 

GARAGE OLIMPO

2000, Thessaloniki Film Festival - Silver Alexander e Premio FIPRESCI: Garage Olimpo

2000, Festival Internazionale del Film di Santa Barbara. Premio Phoenix: Garage Olimpo

2000, Golden Globes, Italia. Miglior film, Miglior sceneggiatura, Miglior attrice protagonista ad Antonella Costa: Garage Olimpo

2000, Lucas International Festival of Films for Childrens and Young People -Primo premio / Menzione speciale Premio Lucas e CIFEJ: Garage Olimpo

2000, Cartagena Film Festival. Golden India Catalina. Miglior film: Garage Olimpo

2000, premi delle associazioni dei critici cinematografici argentini. Silver Condor, miglior regista e miglior montaggio di Jacopo Quadri: Garage Olimpo

2000, Lleida Latin America Film Festival. Premio Screen Play: Garage Olimpo

1999, Havana Film Festival. Gran Coral First Prize, Cuban Critics Award, Glauber Rocha Award, Gran Coral First Prize, Martin Luter King Memorial Center Award, OCIC Award: Garage Olimpo

1999, Huelva Latin America Film Festival. Golden Colon: Garage Olimpo

 

ALAMBRADO

1993, Havana Film Festival. Great Coral, terzo premio: Wire

1992, IMAGI Madrid, Primo premio (presidente della giuria Pedro Almodovar): Alambrado

 

ABSENT (short)

1984 Festival di Salsomaggiore, Sezione Video-mail. Primo premio: Assente (breve)

Contatto.