ASSENTE (1984)

1984 - 7 minuti - Video U-MATIC
 

“È la storia di un uomo solo che torna a casa e cerca di connettersi con il mondo tramite un monitor; ma non riesce a trovare nessuno - solo video segreterie telefoniche. Il mondo esterno è preso direttamente da Blade Runner. † In questo breve immagino una "rete", nuovi sistemi di comunicazione, nuove macchine, ogni sorta di cose non ancora esistenti al momento. Nel 1984 la gente cominciava a parlare di quella "rete" virtuale: Internet.
Volevo sperimentare la creazione di immagini che fossero un misto di bianco e nero e colore, utilizzando Chromakey, il sistema che permetteva di creare sfondi falsi, già utilizzato nei notiziari. L'idea di mescolare immagini in bianco e nero con immagini a colori era allora una novità, ma in seguito fu ampiamente utilizzata nella pubblicità.

.

ASSENTE vince il Primo Premio al Festival di Salsomaggiore 1984; Ricordo l'emozione di essere accanto a Michelangelo Antonioni, che lì aveva presentato il suo primo - e unico - videoclip (realizzato con Enrica Fico): FOTOROMANZA, con Gianna Nannini.
La diretta conseguenza di questo premio a Salsomaggiore è stato il lavoro che ho fatto con Federico Fellini nel 1985. Mi è stato chiesto di andare a Cinecittà come "esperto" di Chromakey. Il mio lavoro consisteva nell'aggiungere sfondi falsi alle pubblicità che Fellini aveva girato con uno sfondo blu. Questi sarebbero stati visti sugli schermi televisivi in ​​alcune scene del suo film GINGER AND FRED. Ma poiché Fellini era un personaggio strano, non ha mai usato le pubblicità a cui avevo lavorato perché non erano del tutto opera sua ”(Marco Bechis).